Giovedì 28 Giugno: Conferenza stampa sui “Misteri del Bilancio Comunale Milanese”

CONFERENZA STAMPA

I MISTERI DEL BILANCIO COMUNALE MILANESE

svelati per voi dal

Comitato Metropolitano per l’Audit del Debito Pubblico

Giovedì 28 Giugno ore 11.00 Piazza Scala

Il Comitato Metropolitano per l’Audit del Debito Pubblico renderà noti alcuni dati reali sul bilancio comunale che parlano, per esempio, di forti incrementi delle entrate non tributarie (ovvero gli oneri dei servizi che ricadono sui cittadini tramite aumento delle tariffe: da 519,6 a 926,2 milioni di euro), di una drastica riduzione delle spese in conto capitale (da 2842,9 milioni a 707,1 milioni), di incertezze sul ruolo delle partecipate a partire dalla vendita di quote della SEA e il governo taglia 519,3 milioni di contributi per viabilità e trasporti.

Ma non solo, molto altro verrà disvelato basandosi su fonti del tutto ineccepibili.

Il bilancio consuntivo di fine 2011, in parte ereditato dalla precedente giunta Moratti, è stato approvato a metà marzo. Il bilancio preventivo 2012 deve essere approvato entro il 30 giugno.

A tutt’oggi, la bozza di bilancio preventivo 2012 non è consultabili ne reso pubblico. Perché questa omertà? Questa mancanza di  trasparenza e di carenza di informazioni? Fatto tanto più grave se si considera che sulla richiesta di partecipazione democratica e di trasparenza nelle decisioni pubbliche e nella gestione economica si fosse fondata in parte la campagna elettorale del sindaco Pisapia. Ma la partecipazione non è possibile senza informazione e condivisione delle scelte. Fatto altrettanto grave: la parte del programma elettorale definita “strumento per il nuovo governo” contiene l’impegno alla elaborazione del bilancio di genere che è silenziosamente svanito nell’apparente indifferenza dell’ amministrazione comunale.

Del dibattito comunale in corso sul bilancio si sa poco o nulla. Ciò che trapela sui giornali sono rilievi su singole voci con ammontari che sono molto diversi da quelli che invece delineeranno i fondamenti del bilancio preventivo. Intanto il debito consolidato viaggia intorno ai 5 miliardi:  chi lo detiene? chi può incidere in questo modo sulle scelte politiche e amministrative del Comune?

Inoltre il  Comitato Metropolitano per l’Audit del Debito Pubblico intende presentare le contraddizioni e le violazioni  nel dibattito che si sta svolgendo nel consiglio comunale

Il Comitato Metropolitano per l’Audit del Debito Pubblico presenterà le proprie proposte e alcune iniziative che intende intraprendere per una maggior sensibilizzazione e coinvolgimento dell’opinione pubblica. Verrà infine presentata la costituzione della Commissione popolare di audit aperta e indipendente sul bilancio del comune di Milano.

Interverranno: Andrea Fumagalli, economista università di Pavia; Maria Grazia Campari, avvocatessa; Nando Ioppolo, Presidente Circolo degli Scipioni; Piero Maestri, portavoce Sinistra Critica; Guido Viale, economista, Gianni Cervone, Rsu SEA MiLano

Infoweb: comitatoauditmilano.noblogs.org

 

Ufficio Stampa: Paola Gasparoli 333 5446280

comunicato conferenza stampa di giovedi’ 28 giugno 2012

 

This entry was posted in General. Bookmark the permalink.